Stendere il bucato in casa? Sì ma solo con questi consigli

Quando in inverno piove la prima azione che viene spontanea fare è quella di stendere il bucato in casa. Nonostante sia una azione molto diffusa è consigliabile solo in alcuni casi. Ecco come fare e i consigli utili.

Stendere la biancheria bagnata in casa, il rischio umidità

Stendere il bucato in casa

Una delle azioni che vengono maggiormente praticate durante i mesi freddi è quella di stendere il bucato in casa. Se non si ha una asciugatrice diventa impossibile pensare di stendere il bucato fuori, così l’alternativa più semplice diventa quella di sistemare i panni sullo stendino per posizionarlo in vari angoli della casa. In realtà la maggior parte delle volte è molto dannoso per la salute.

In Inghilterra presso la National Aspergillosis Center of Manchester è stato condotto uno studio specifico che indica proprio le controindicazioni nello stendere il bucato in casa non solo per gli individui ma anche per la casa stessa. Come emerge dallo studio, la preoccupazione più grande è la prolificazione di un ceppo di un fungo chiamato Aspergillus Fumigatus.

Per chi non ha alcuna problematica, questo fungo viene distrutto dal sistema immunitario. I soggetti che invece hanno dei problemi respiratori devono porre attenzione proprio perché può determinare altre malattie estendendosi in altre parti del corpo.

Questa ricerca ha messo anche in evidenza il fatto che, di media, una lavatrice di panni appena centrifugati contiene due litri di acqua. La stessa, nel momento in cui si vanno ad appendere i panni sullo stendino, evapora e crea la proliferazione del fungo e l’umidità in tutta la stanza (i valori di umidità ideale in casa sono intorno al 40/60%).

Non solo, nella maggior parte dei casi stendere il bucato bagnato in qualche angolo della casa – seppur vicino al termosifone – crea muffa e umidità sui muri e nei tessuti. Basta notare il fatto che rimangono umidi per alcuni giorni emanando un odore sgradevole, tanto da dover rilavare tutto nuovamente.

Per questo motivo stendere in casa i panni bagnati oppure umidi non è una buona idea. Ma allora cosa fare e quali sono i metodi per far asciugare i panni?

La causa delle macchie di umido da condensa

Prima di vedere insieme quali sono i consigli per stendere i panni in casa tranquillamente, c’è un altro fattore da non sottovalutare. Infatti la formazione dell’umidità rilasciata dal bucato bagnato/umido crea condensa e di conseguenza la muffa sui muri (leggi anche come misurare l’umidità in casa). Questo fenomeno è altamente dannoso non solo per la casa ma soprattutto per la propria salute, rendendo l’ambiente insano.

Tra i rimedi immediati per contrastare la formazione della muffa da condensa è necessario ridurre la produzione di vapore acqueo dentro la stanza o nei locali interessati. Non solo, perché anche eseguire una corretta ventilazione sarebbe ottimale per l’eliminazione del vapore in eccesso in combinazione con un sistema di riscaldamento adeguato.

Quando si nota la muffa sul muro, significa che la condensa in quel determinato ambiente è arrivata a dei livelli elevati e che non c’è mai stato un ricambio d’aria adeguato. In linea generale per eliminare le macchie che si sono create basterà ricorrere a dei sistemi toglimuffa che si spruzzano sulla parte interessata e in 15 minuti dovrebbe vedersi un miglioramento: questi prodotti devono essere acquistati presso rivenditori esperti e la loro composizione dovrà essere a base di cloro con alto Ph.

Quando stendere in bucato in casa: i consigli

Deumidificatore per asciugare i panni

Si è quindi arrivati alla conclusione che stendere i panni bagnati in casa non sia una buona idea. Ma non sempre, infatti ci sono dei consigli pratici su come farlo in maniera totalmente corretta e salutare.

Se non si ha la possibilità di acquistare o installare una asciugatrice (in modo tale da poter profumare il bucato con l’utilizzo di olii essenziali), per alleviare a questo problema si può ricorrere a un deumidificatore: un macchinario che tiene lontana la muffa, imprigiona l’umidità e accelera tutto il processo di asciugatura.

ARGO Dry Digit Evo Deumidificatore...
  • Deumidifica fino a 17 litri al...
  • Livello di umidità...
  • Timer di...

Questo elettrodomestico tecnologicamente avanzato, infatti, è in grado di catturare il vapore acqueo che si forma dai tessuti bagnati mantenendo così l’aria asciutta e pulita. I panni asciugheranno molto più in fretta e tutta l’acqua la si troverà all’interno del suo contenitore il giorno dopo.

Per avere un effetto ancora più immediato, si può chiudere la porta della stanza dove è posto il deumidificatore insieme allo stendino della biancheria. In commercio ci sono tantissime tipologie di questo elettrodomestico e le sue funzioni sono ottimali per le azioni sopra citate, ma se si vuole un qualcosa di più performante allora si potrà optare per il modello con azione Laudry. Posizionandolo di fianco allo stendino lavorerà per velocizzare il processo di evaporazione dell’acqua e asciugatura dei panni.

Questa funzione è altamente consigliata se la stanza non ha un ricircolo dell’aria adeguato, se è molto freddo o se non si ha la possibilità di aprire le finestre (anche solo per il maltempo).

Seguimi su Telegram!

Segui Casafare.it su Telegram per ricevere gratuitamente interessanti consigli sul mondo della casa e per restare aggiornato!

Lascia un commento